Relativamente alle questioni di sicurezza – Email fasulla di sedicenti hacker

È possibile che tu abbia ricevuto in questi giorni una mail con oggetto “Relativamente alle questioni di sicurezza” da un indirizzo apparentemente appartenente al tuo dominio Internet.

Il sedicente hacker dice di avere materiale compromettente sul vostro conto e richiede un pagamento di $300 per cancellarlo, pena la diffusione di questi file.

Abbiamo installato un trojan di accesso remoto sul tuo dispositivo.
Per il momento il tuo account email è hackerato (vedi , ora ho accesso ai tuoi account).
Ho scaricato tutte le informazioni riservate dal tuo sistema e ho anche altre prove.

La mail in questione è fasulla.

Con un’adeguata analisi, si può scoprire che l’origine di queste email è sempre estera (ad esempio i nostri server ne hanno bloccata una proveniente dalla Spagna) e viene ricevuta anche da persone il cui computer non dispone di webcam (senza la quale è un po’ difficile filmare l’utilizzatore del PC).

Cancellate questa email senza timore, nulla di quanto indicato è veritiero.

È possibile che abbiate ricevuto la mail in oggetto ma non ve ne siate accorti, in quanto il vostro server dispone già delle più recenti tecnologie anti spam e la mail è finita direttamente nella posta indesiderata, come è accaduto a noi. In caso contrario, vi preghiamo di segnalarcelo.

In ultimo, prima di salutarvi, vi ricordo alcuni accorgimenti sempre utili per evitare problemi con il vostro PC:
1) Utilizzare sempre sistemi operativi supportati dal produttore.
Per i computer client, vi ricordo che Windows XP e Vista non sono più supportati, mentre con Windows 7 siete tranquilli fino al 14 gennaio 2020). Per il vostro server, potete fare riferimento a noi per sapere se il sistema operativo sia aggiornabile o meno.

2) Adottare un antivirus di comprovata affidabilità. La soluzione consigliata da Pezzanera Office è F-Secure, prodotto da un’azienda con esperienza trentennale e la cui soluzione di protezione client ha vinto il premio AV-TEST Best Protection Award per 5 anni su 7.
Vi ricordiamo che gli antivirus gratuiti (Avira, AVG, Avast, etc.) non sono adatti alle realtà aziendali, in quanto la versione gratuita è riservata a un’utenza casalinga, diversamente il software non rispetta la licenza e diventa “pirata”.

3) Disporre della protezione attiva di un firewall che offra servizi di controllo del traffico Internet e filtro anti spam di ultima generazione.

4) Prestare attenzione alla navigazione.
Qualora vi troviate a cercare informazioni su Internet e il sito vi chieda di scaricare un file che non avete espressamente richiesto, chiudete il sito per evitare rischi.
Evitate di installare (o cercare) software pirata, i siti che li ospitano possono creare problemi al vostro PC e probabilmente siamo in grado di proporvi una soluzione alternativa gratuita.

5) Fate un regolari copie di sicurezza (preferibilmente automatizzato, per evitare dimenticanze) dei vostri dati. Se possibile replicate i vostri dati in cloud, in modo da poterli ripristinare anche in caso di danno grave (incendio, furto dei dispositivi, etc.

Lascia un commento